Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘notte’

Buona notte

E se hai parlato, perchè hai parlato, se sei stato zitto, perchè non hai parlato… E se ridi, cosa hai da ridere, e se non ridi, perchè non ridi mai… Se sei triste, fattela una risata, se sei allegro non pensi a tutte le persone che stanno male… Se telefoni, stai sempre a cercare qualcuno, se non telefoni, possibile che non mi pensi, se dormi, mai che fai qualcosa di costruttivo, se sei sempre sveglio, vai a letto presto che non ti riposi mai. Se mangi, occhio che ingrassi, se non mangi, occhio che diventi anoressico, se guardi la tele, stai sempre davanti alla tivvù, se non guardi la tele, mai che ti documenti. Se ascolti la musica, sempre gli stessi cd. Se non ascolti la musica, almeno metti i tuoi cd. Se giochi al lotto, stai semrpe a spende soldi, se non giochi, ma come pensi di vincere?…

Se mi faccio i cazzi miei, non mi interesso degli altri, se vi chiedo come state, sempre a fatte i cazzi dell’altri.

Sapete che c’è?

Me ne vado a dormì!

Read Full Post »

Oggi è una giornata pesante, non noiosa o faticosa, ma pesante. Pesante, perchè pesante è stata la notte di ieri. Lunga, interminabile, vissuta, piena, bagnata e ubriaca.

Oggi c’è il sole e scalda. Qualcuno mi ha detto di aspettare. Qualcosa cambia.

E sia.

E’ la prima volta che mi trovo a scrivere pensando alla mia ex moglie. Alla sua naturale bellezza di donna vera. Se a bruciapelo mi chiedessero qual’è la donna che più mi ha amato, non potrei non rispondere lei. Come la notte di ieri… Lunga, interminabile, vissuta, piena, bagnata e ubriaca. Con lei ci scriviamo di notte, quando capita, un messaggio semplice del tipo… “Come stai? tutto ok? Ti voglio bene…” Ogni volta riempie il cuore, il mio, ma credo anche il suo…

Ci sono delle cose che capitano e le vivi, altre che capitano e le sprechi, altre ancora che capitano, ma sei distratto. La vita è un insieme di cose che capitano. E tante volte ti fa piangere la voce che ti risponde dall’altro capo del filo “…La persona da lei chiamata non è al momento raggiungibile…” Ti domandi quante volte potevi raggiungerla e non lo hai fatto. Quante volte avresti potutto dirti e dirle “Che coglione, che sono!” Ma la vita è un insieme di cose che capitano. E se vi sono le cose che capitano, devono per forza esserci, da qualche parte, le cose che non capitano.

“E poi, di colpo, al momento di separarci, l’emozione sale. Tratteniamo le lacrime, ma colano all’interno dei nostri volti. La sua risata da bambina non la sentirò più. Il mio successore ne godrà al mio posto, se saprà farla ridere. Anne è diventata un’estranea. Ci lasciamo per proseguire ognuno per la sua strada, ognuno dalla sua parte. Lei sale sul taxi, io chiudo piano la portiera, lei mi sorride attraverso il finestrino, e la ventura si allontana… In un bel film, io mi metterei a correre dietro il taxi sotto la pioggia, e cadremmo l’uno nelle braccia dell’altra al prossimo semaforo. Oppure sarebbe lei a cambiare idea, di colpo, e supplicherebbe l’autista di fermarsi, come Audrey Hepburn alla fine di Colazione da Tiffany. Ma non siamo in un film. Siamo nella vita, dove i taxi viaggiano.

Si lascia prima la casa dei genitori, e poi, a volte, si lascia la casa del primo matrimonio, ed è sempre la stessa pena che si prova, quella di sentirsi, irrimediabilmente, orfani”.

La vita è fatta di cose che capitano e a me è capitato di volermene andare.

Read Full Post »